PNRR – Appello digitale ai Comuni

Un mese per accedere ai finanziamenti per siti, app IO e Spid/Cie

PNRR

Dal Piano nazionale di ripresa e resilienza un appello “digitale” alle amministrazioni comunali. Scadono infatti fra un mese, il 2 settembre prossimo, alcuni bandi relativi allo sviluppo tecnologico degli enti nel senso di un miglioramento del rapporto tra gli uffici e i cittadini.

Siti web
Il primo avviso riguarda la Misura 1.4.1. "Esperienza del Cittadino nei servizi pubblici" - Comuni. Si tratta sostanzialmente dell’avviso teso a perfezionale i siti Internet delle p.a. I Soggetti Attuatori ammissibili si candidano per la realizzazione degli interventi di miglioramento dei siti web delle p.a. e di eventuali servizi digitali per il cittadino secondo modelli e sistemi progettuali comuni. La dotazione finanziaria è pari a 400 milioni. Al fine di assicurare il rispetto della priorità trasversale del PNRR relativa al “superamento dei divari territoriali” il 40% delle risorse è destinato al finanziamento di Soggetti Attuatori ubicati nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Campania, Calabria, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia.

App IO
Il secondo avviso con scadenza 2 settembre 2022 è quello relativo alla Misura 1.4.3 "Adozione app IO". Sono ancora poco più di 57 i milioni disponibili (sugli 80 stanziati) per i Soggetti Attuatori ammissibili, che si candidano per l'adozione e l'attivazione dei servizi su app IO. I milestone e target europei previsti per la Misura1.4.3 sono i seguenti:

1. target M1C1-127, da conseguirsi entro dicembre 2023:

a.  Garantire un aumento del numero di servizi integrati nell'applicazione "IO" per:

-    le pubbliche amministrazioni già nello scenario di riferimento (2.700 entità);

-    le nuove pubbliche amministrazioni che aderiscono alla piattaforma (4.300 nuove entità).

2. target M1C1-150, da conseguirsi entro giugno 2026:

a. Garantire un aumento del numero di servizi integrati nell'applicazione "IO" per:

- le pubbliche amministrazioni che utilizzano già l'applicazione "IO" (7.000 entità);

- le nuove pubbliche amministrazioni che aderiscono all'applicazione (7.100 nuove entità).

L’obiettivo finale è disporre in media di 50 servizi per Comune, si legge nell’avviso.

Estensione Spid/Cie
Il terzo avviso con scadenza 2 settembre riguarda Carta d’identità elettronica e Sistema pubblico di identità digitale. Esso infatti è inerente alla Misura 1.4.4 "Estensione dell'utilizzo delle piattaforme nazionali di identità digitale - SPID CIE". Cento i milioni stanziati, 45 quelli ancora disponibili.
I Target europei previsti per il Misura 1.4.4 – come da avviso - sono i seguenti:

  1. M1C1-145, da conseguirsi entro dicembre 2025: Numero di cittadini italiani con identità digitali valide sulla piattaforma nazionale di identità digitale: 42.300.000;
  2. M1C1-146, da conseguirsi entro marzo 2026: Numero di amministrazioni pubbliche (su un totale di 16.500) che adottano l'identificazione elettronica (eID) (SPID o CIE): 16.500.

 

La Posta del Sindaco




Scritto il 02/08/2022 , da La Posta del Sindaco

News

Non hai trovato le informazioni che stavi cercando?

Poni un quesito ai nostri esperti

CHI SIAMO

La posta del Sindaco è rivolto ad amministratori ed operatori degli enti locali: ricco di contenuti sempre aggiornati, il cuore del portale risiede nella possibilità di accedere, in modo semplice e veloce, ad approfondimenti, informazioni, adempimenti, modelli e risposte operative per una gestione efficiente e puntuale dell'attività amministrativa.

La Posta del Sindaco - ISSN 2704-744X

INFORMAZIONI

Ricevi via email i nuovi contenuti pubblicati nel portale