PNRR – 600 procedure da semplificare

Brunetta in audizione: prossimi interventi su fotovoltaico e disabili

PNRR

“Stiamo semplificando le procedure, certamente non basta, ma adesso abbiamo come scopi legati alle milestone del PNRR la semplificazione di 600 procedure amministrative in 5 anni nel campo del welfare, delle imprese, ecc. E' un numero enorme perché vanno valutate una ad una". Anche perché la semplificazione può essere considerata "una riforma 'permanente' che si snoderà lungo l'intera durata del Piano nazionale di ripresa e resilienza". Lo ha detto il ministro per la Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, il quale, nel corso di un’audizione a Palazzo San Macuto, presso la Commissione parlamentare per la semplificazione, in merito all'indagine conoscitiva sulla semplificazione delle procedure amministrative connesse all'avvio e all'esercizio delle attività di impresa, ha fatto il punto sulle cose fatte e su quelle da fare. Annunciando ad esempio che “sono allo studio del Governo misure specifiche per una semplificazione drastica sul fronte delle energie rinnovabili. Tra queste, la liberalizzazione dell'installazione di pannelli solari, termici o fotovoltaici, sugli edifici (ad eccezione dei soli edifici individuati come beni culturali, dove l'installazione sarebbe comunque sottoposta a procedura autorizzatoria semplificata); la definizione per legge delle aree e della tipologia di edifici sui quali di default è possibile installare impianti Fer (Fonti energie rinnovabili) e produrre energia, a partire dalle aree industriali dismesse e dalle aree agricole abbandonate o non produttive da oltre 5 anni; l'estensione dei casi in cui gli interventi su impianti esistenti non sono sottoposti a valutazioni ambientali e paesaggistiche, né all'acquisizione di atti di assenso comunque denominati, integrando le ipotesi di semplificazione già previste dal decreto legge 28/2011, e in particolare la nomina di un commissario straordinario del Governo (presidente Commissione Via Pnrr/Pniec) per lo smaltimento delle giacenze riguardanti le richieste di autorizzazione sin qui presentate, con potere di superare i veti delle Sovrintendenze (e subcommissari a livello regionale da individuare nella figura del presidente di Regione o di un suo assessore)".  Il titolare di Palazzo Vidoni ha sottolineato che “le norme su semplificazione e governance e riforma della P.A. sono state fondamentali per avere l'anticipo di quasi 25 miliardi del PNRR" all’’interno del quale “la semplificazione è qualificata come riforma abilitante insieme alla concorrenza”.
Tra gli interventi in dirittura ci sono anche quelli per facilitare la vita ai portatori di handicap. “Visto che il Piano nazionale di ripresa e resilienza ci richiede di semplificare 600 procedure amministrative entro il 2026, voglio partire da quelle per la disabilità e intervenire a 360 gradi. Partiamo dal contrasto al digital divide, dagli anziani. Partiamo dalle fragilità e semplifichiamo a partire da chi è più in difficoltà. Va in questa direzione il progetto Polis, voluto da Poste, dal Ministero dello Sviluppo economico, da noi e dal ministro per l'Innovazione tecnologica e la transizione digitale, Vittorio Colao, pensato per offrire luoghi di presenza, di impulso e di catalizzazione, luoghi di raccordo tra centro e periferia per le persone che non hanno la possibilità di accedere ai percorsi digitali. Circa 6 mila centri di accompagnamento per effettuare determinate procedure. Sarebbero un presidio di enorme civiltà".
Il ministro ha parlato anche di assunzioni, ricordando che “i concorsi sono stati sbloccati, semplificati e digitalizzati.
In pochi mesi, da maggio a dicembre 2021, sono state rese disponibili 45mila posizioni, per un totale di oltre un milione di candidati. La durata delle selezioni si è drasticamente ridotta, da 3-4 anni a 100 giorni. Nel 2022 si prevedono oltre 100 mila assunzioni a tempo indeterminato. Semplificate anche, con il decreto-legge n. 80/2021, le procedure di reclutamento del personale necessario all'attuazione del PNRR”.

La Posta del Sindaco


All. Audizione on. Renato Brunetta, 20 aprile 2022: “Buona amministrazione e semplificazione”




Scritto il 21/04/2022 , da La Posta del Sindaco

News

Non hai trovato le informazioni che stavi cercando?

Poni un quesito ai nostri esperti

CHI SIAMO

La posta del Sindaco è rivolto ad amministratori ed operatori degli enti locali: ricco di contenuti sempre aggiornati, il cuore del portale risiede nella possibilità di accedere, in modo semplice e veloce, ad approfondimenti, informazioni, adempimenti, modelli e risposte operative per una gestione efficiente e puntuale dell'attività amministrativa.

La Posta del Sindaco - ISSN 2704-744X

INFORMAZIONI

Ricevi via email i nuovi contenuti pubblicati nel portale