PNRR – Disagio e fragilità, progetti al rush finale

Entro il 15 giugno le adesioni dei Comuni delle Aree interne. Stanziati 500 milioni

PNRR

Promuovere soluzioni a problemi di disagio e fragilità sociale, mediante la creazione di nuovi servizi e infrastrutture sociali e/o il miglioramento di quelli esistenti. Favorendo l’aumento del numero di destinatari e/o la qualità dell’offerta, anche facilitando il collegamento e l’accessibilità ai territori in cui sono ubicati i servizi stessi. Scade il 15 giugno alle 14 (data spostata in avanti rispetto a quella originaria del 16 maggio in considerazione delle numerose richieste di proroga avanzate da parte dei soggetti proponenti) il termine per i Comuni delle Aree Interne, intermedi, periferici, ultraperiferici, come individuati nella mappatura delle aree interne 2021-2027 (https://politichecoesione.governo.it/it/strategie-tematiche-e-territoriali/strategie-territoriali/strategia-nazionale-aree-interne-snai/lavori-preparatori-snai-2021-2027/mappa-aree-interne-2020/) per presentare proposte per accedere ai finanziamenti del Piano nazionale di ripresa e resilienza.

L’avviso
L’avviso pubblico ha ad oggetto  la presentazione di “Proposte di intervento per Servizi e Infrastrutture Sociali di comunità da finanziare nell’ambito del PNRR, Missione n. 5 Inclusione e Coesione del Piano nazionale ripresa e resilienza (PNRR), Componente 3: Interventi speciali per la coesione territoriale – Investimento 1: Strategia nazionale per le aree interne - Linea di intervento 1.1.1 Potenziamento dei servizi e delle infrastrutture sociali di comunità, finanziato dall’Unione europea – NextGenerationEU” ed è stato messo a punto dall’Agenzia per la coesione territoriale.

Destinatari e stanziamento
L’obiettivo è quello di fornire servizi sociali ad almeno 2.000.000 di destinatari residenti in comuni delle aree interne, di cui almeno 900.000 abitanti delle otto regioni del mezzogiorno. I contributi sono assegnati nel limite complessivo di 500 milioni di euro, per la realizzazione di infrastrutture sociali.  In favore degli interventi nelle aree del Mezzogiorno è prevista una quota pari ad almeno il 40% dell’importo complessivo.

Progetti ammissibili
Sono ammessi prioritariamente alla selezione proposte progettuali rientranti nei seguenti ambiti di intervento, fra loro cumulabili:

  • servizi di assistenza domiciliare per gli anziani e relative infrastrutture;
  • infermiere e ostetriche di comunità e relative infrastrutture;
  • rafforzamento dei piccoli ospedali (quelli senza pronto soccorso, servizi di base - cioè radiologia, cardiologia, ginecologia - o centri ambulatoriali);
  • infrastrutture per l’elisoccorso;
  • rafforzamento dei centri per disabili;
  • centri di consulenza, servizi culturali, servizi sportivi;
  • accoglienza dei migranti e relative infrastrutture.

Sono ammissibili progetti che abbiano ad oggetto:

  • lavori pubblici;
  • forniture di beni e/o servizi;
  • lavori pubblici e forniture di beni e/o servizi.

Limiti
Ogni Comune può proporre massimo tre proposte progettuali e nei limiti dei massimali di seguito indicati (dati dalla somma degli importi dei progetti presentati):

  • per i Comuni con numero di abitanti fino a 3.000 unità - 300.000,00 euro;
  • per i Comuni con numero di abitanti da 3.001 a 10.000 unità - 1.000.000,00 euro;
  • per i Comuni con numero di abitanti da 10.001 a 30.000 unità - 2.000.000,00 euro;
  • per i Comuni con numero di abitanti oltre 30.001 unità - 3.000.000,00 euro.

Possono presentare le proposte progettuali, sempre nel limite massimo di tre, anche gli Enti pubblici del settore Sanitario o Altri soggetti pubblici le cui attività ricadano nel territorio dei Comuni delle Aree Interne il cui importo complessivo (dato dalla somma degli importi dei progetti presentati) non dovrà superare 5.000.000 di euro.

Trasmissione
Le proposte progettuali presentate dal rappresentante legale dell’Ente dovranno essere trasmesse per il tramite della Piattaforma al seguente indirizzo https://infrastrutturesociali.agenziacoesione.gov.it/isc/   fino alle ore 14 del giorno 15/6/2022.

La Posta del Sindaco


Allegati:

 

 

 

 

 




Scritto il 14/06/2022 , da La Posta del Sindaco

News

Non hai trovato le informazioni che stavi cercando?

Poni un quesito ai nostri esperti

CHI SIAMO

La posta del Sindaco è rivolto ad amministratori ed operatori degli enti locali: ricco di contenuti sempre aggiornati, il cuore del portale risiede nella possibilità di accedere, in modo semplice e veloce, ad approfondimenti, informazioni, adempimenti, modelli e risposte operative per una gestione efficiente e puntuale dell'attività amministrativa.

La Posta del Sindaco - ISSN 2704-744X

INFORMAZIONI

Ricevi via email i nuovi contenuti pubblicati nel portale