PNRR – Controlli fiscali con compliance

La circolare delle Entrate si adegua al PNRR e coinvolge le amministrazioni locali

PNRR

Il 2022 dell’Agenzia delle entrate all’insegna del Piano nazionale di ripresa e resilienza. E coinvolgendo su più campi le amministrazioni locali.
L’amministrazione finanziaria ha diffuso la corposa circolare n. 21/E del 20 giugno 2022 avente a oggetto “Indirizzi operativi e linee guida per il 2022 sulla prevenzione e contrasto all’evasione fiscale, nonché sulle attività relative al contenzioso tributario, alla consulenza e ai servizi ai contribuenti “.  In premessa vi si spiega, con riferimento alle attività di prevenzione e contrasto, che l’«Atto di indirizzo per il conseguimento degli obiettivi di politica fiscale per gli anni 2022-2024» ha previsto un significativo incremento delle comunicazioni per la promozione della compliance (c.d. lettere di compliance), con l’indicazione di:

  • incrementare il personale dedicato a tale attività;
  • potenziare le infrastrutture tecnologiche e gli algoritmi di selezione, nonché l’interoperabilità delle banche dati, sfruttando al massimo i flussi informativi derivanti dallo scambio automatico di informazioni previsto dalle Direttive europee e dagli Accordi internazionali, e da quelli derivanti dalla fatturazione elettronica integrati con quelli generati dalla trasmissione telematica dei corrispettivi relativi alle transazioni verso i consumatori finali.

Si tratta, osserva il documento di prassi, di una impostazione perfettamente coerente con le previsioni contenute nel PNRR riferite alla «Riduzione del tax gap», che prevedono specifiche riforme declinate secondo due direttrici:

  • rafforzare ulteriormente i meccanismi di incentivazione alla compliance basati sull’invio delle comunicazioni ai contribuenti;
  • potenziare l’attività di controllo, aumentandone l’efficacia, anche mediante una migliore selezione preventiva delle posizioni da sottoporre ad accertamento.

Residenze fiscali
Ciò detto, e definita appunto nella cooperazione col contribuente la modalità principe di svolgimento di verifiche e controlli, la circolare individua diversi ambiti di interlocuzione tra l’Agenzia delle entrate e le amministrazioni locali. Ad esempio, la fittizia allocazione all’estero della residenza fiscale continua ad essere oggetto di specifica analisi investigativa, sfruttando, in modo mirato e sistematico, le informazioni disponibili nelle banche dati in uso e i dati di fonte estera, anche di natura finanziaria, derivanti in particolare dallo scambio automatico, quali, inter alia, le informazioni pervenute tramite il Common Reporting Standard (CRS). “In merito, è previsto un costante monitoraggio dei soggetti (AIRE), sviluppando nuovi dispositivi di contrasto del fenomeno illecito mediante nuove e più avanzate forme di analisi di rischio e valorizzando al contempo dati esterni detenuti, inter alia, dai Comuni con i quali l’Agenzia stipula appositi protocolli operativi”, si legge nel documento di prassi.

Archivio nazionale dei numeri civici delle strade urbane (ANNCSU)
In seguito al parere favorevole espresso nel mese di novembre 2021 dal Garante per la protezione dei dati personali sulle “Specifiche tecniche” relative all’Archivio nazionale dei numeri civici delle strade urbane (ANNCSU), l’Agenzia insieme all’Istat ha emanato il 10 maggio 2022 il provvedimento interdirigenziale relativo alle specifiche tecniche. Di conseguenza, verranno avviate le attività per il conferimento dei dati nell’ANNCSU da parte dei Comuni che vedranno coinvolti tutti gli Uffici provinciali – Territorio dell’Agenzia nell’attività di formazione e supporto ai Comuni. Il conferimento dei dati nell’ANNCSU completerà l’archivio che dalla data di attivazione diventerà il riferimento nazionale ufficiale per gli stradari e indirizzari comunali. A decorrere dalla data di attivazione dell’ANNCSU, ricorda la circolare, il Comune dovrà utilizzare nell’ambito delle attività di competenza esclusivamente i dati presenti nell’ANNCSU. L’attivazione dell’ANNCSU è il primo indispensabile passo per costruire un archivio nazionale certificato e georiferito degli indirizzi. L’operazione è fondamentale anche in vista dei controlli e del dialogo col cittadino. L’utilizzo dell’ANNCSU consentirà infatti, secondo le Entrate, di:

  1. migliorare la qualità delle banche dati, per la parte relativa all’indirizzo, con particolare riguardo alle banche dati catastali e all’Anagrafe Tributaria;
  2. incrociare e verificare più agevolmente le informazioni contenute nell’ANPR, nell’Anagrafe Tributaria, nelle banche dati catastali, e in tutte le altre banche dati su cui si fonda il patrimonio informativo dell’Agenzia migliorando il collegamento tra oggetti, soggetti ed indirizzi;
  3. attuare forti risparmi di spesa nell’attività di notifica e comunicazione ai cittadini di atti di qualsiasi natura, riducendo le spese postali per mancato recapito derivante da indirizzi errati e i successivi costi/tempi dedicati alla rispedizione.

Servizi estimativi e Osservatorio del mercato immobiliare (OMI)
Saranno assicurate le attività e i livelli di servizio richiesti dalla domanda corrente da parte delle amministrazioni e gli enti ad esse strumentali, nel rispetto, e con i vincoli, dei protocolli di sicurezza – resi necessari dal perdurare dello stato di emergenza sanitaria – relativamente, in particolare, ai sopralluoghi delle unità immobiliari da stimare. In tale ambito, spiega l’Agenzia, rivestono particolare rilevanza le attività di stima che verranno svolte, sulla base di specifici protocolli di intesa e/o accordi di collaborazione, su richiesta di amministrazioni pubbliche sia di rilevanza nazionale sia da parte di amministrazioni locali (nel 2021 il 73% degli accordi di collaborazione e dei protocolli di intesa sono stati sottoscritti con i Comuni).

La Posta del Sindaco


All. Circolare Agenzia delle Entrate n. 21/E del 20 giugno 2022

 




Scritto il 24/06/2022 , da La Posta del Sindaco

News

Non hai trovato le informazioni che stavi cercando?

Poni un quesito ai nostri esperti

CHI SIAMO

La posta del Sindaco è rivolto ad amministratori ed operatori degli enti locali: ricco di contenuti sempre aggiornati, il cuore del portale risiede nella possibilità di accedere, in modo semplice e veloce, ad approfondimenti, informazioni, adempimenti, modelli e risposte operative per una gestione efficiente e puntuale dell'attività amministrativa.

La Posta del Sindaco - ISSN 2704-744X

INFORMAZIONI

Ricevi via email i nuovi contenuti pubblicati nel portale