PNRR – Più tempo per le 212 nuove scuole

Proroga per progettazione. Enti locali in campo per la costruzione

PNRR

Ingegneri e architetti iscritti ai rispettivi Ordini professionali avranno tempo per presentare le loro proposte per la progettazione e la realizzazione di 212 nuove scuole finanziate con le risorse del PNRR fino alle ore 15 del 23, 24 e 25 agosto (inizialmente i termini previsti erano il 3, 4, 5 agosto, in base alle categorie delle aree individuate e previste dal bando).  Venti giorni in più per la presentazione delle candidature per la prima fase del concorso, grazie a un avviso di proroga emesso dal Ministero dell'Istruzione nei giorni scorsi. Gli interventi previsti riguardano scuole dei diversi ordini grazie a uno stanziamento complessivo di un miliardo e 189 milioni di euro. Al Mezzogiorno è stato assegnato il 42,4% dei fondi. Le scuole verranno edificate a partire dai principi contenuti nel documento “Progettare, costruire e abitare la scuola”, elaborato da un gruppo di lavoro, composto da grandi architetti, pedagogisti ed esperti della scuola, voluto e istituto dal Ministro Patrizio Bianchi. 

Piattaforma ad hoc
Il concorso - informa una nota - è indetto dal Ministero dell’Istruzione mediante l’utilizzo della piattaforma concorsi del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori ed è finalizzato all’acquisizione di proposte ideative e progettuali per la realizzazione di edifici innovativi dal punto di vista architettonico, strutturale e impiantistico.  

Due fasi
Due le fasi previste. Nella prima, i partecipanti dovranno elaborare proposte ideative per la costruzione delle nuove scuole connesse a una o più aree tra le 212 già individuate. Le commissioni giudicatrici sceglieranno, per ciascuna area, le migliori 5 proposte, che accederanno così alla fase successiva. La seconda fase prevede, invece, la realizzazione di progetti di fattibilità tecnica ed economica. A valutare i progetti saranno fino a un massimo di 20 commissioni. Il progetto migliore per ciascuna delle 212 aree riceverà un premio e diventerà di proprietà degli enti locali beneficiari che provvederanno ad affidare le fasi successive della progettazione e i lavori. 

Enti locali in campo
I vincitori del concorso, entro 30 giorni dalla proclamazione, dovranno completare lo sviluppo degli elaborati concorsuali, raggiungendo il livello del progetto di fattibilità tecnica ed economica con riferimento all’area per la quale hanno partecipato. Successivamente, la proprietà delle proposte progettuali è trasferita agli enti locali. Sono, poi, gli enti locali che affidano al vincitore, nei limiti delle risorse disponibili e compatibilmente con il rispetto dei milestone e dei target previsti dall’Investimento 1.1 della Missione 2 – Componente 3 del PNRR, i successivi livelli di progettazione, compresa la direzione dei lavori, con l’applicazione del ribasso del 20%.

Tempistica
Ai fini dell’affidamento dell’incarico delle successive fasi progettuali, si legge nel disciplinare, l’ente locale dovrà comunque rispettare le seguenti scadenze imposte per garantire il rispetto di target e milestone del Piano nazionale di ripresa e resilienza:

  • affidamento del progetto definitivo: entro il 20 gennaio 2023;
  • approvazione del progetto esecutivo, con verbale di verifica e validazione, previa acquisizione dei pareri previsti: entro e non oltre il 10 luglio 2023.

La Posta del Sindaco


 

Allegati:

 




Scritto il 20/07/2022 , da La Posta del Sindaco

News

Non hai trovato le informazioni che stavi cercando?

Poni un quesito ai nostri esperti

CHI SIAMO

La posta del Sindaco è rivolto ad amministratori ed operatori degli enti locali: ricco di contenuti sempre aggiornati, il cuore del portale risiede nella possibilità di accedere, in modo semplice e veloce, ad approfondimenti, informazioni, adempimenti, modelli e risposte operative per una gestione efficiente e puntuale dell'attività amministrativa.

La Posta del Sindaco - ISSN 2704-744X

INFORMAZIONI

Ricevi via email i nuovi contenuti pubblicati nel portale