PNRR – Un pacchetto per i risparmi energetici

Proposta dell’Anci Puglia da finanziare con i fondi del Piano

PNRR

Un milione di punti luce moderni ed efficienti su tutto il territorio regionale e impianti fotovoltaici nelle aree industriali. Sono queste le proposte dei comuni pugliesi per fronteggiare il caro energia, secondo un piano presentato nei giorni scorsi dal presidente regionale dell'Associazione dei comuni-Anci, Ettore Caroppo. Una proposta che potrebbe fungere da punto di riferimento anche per altre realtà locali.
 

Obiettivi e priorità
Per quanto riguarda l'illuminazione, ha spiegato Caroppo, bisognerà introdurre 350 mila nuove lampade e intervenire sulle circa 650 mila già esistenti, ammodernandole con fari più efficienti e a minor consumo. Per aiutare i bilanci dei comuni, Anci Puglia chiede che gli interventi siano finanziati con i fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza e con i Por 2021-2027. "In linea con Anci nazionale e con le richieste del presidente Decaro, - ha dichiarato il presidente Caroppo - Anci Puglia ritiene prioritario e imprescindibile mantenere in equilibrio i bilanci dei comuni ed evitare dissesti. Ma riteniamo fondamentale anche attivare interventi immediati per contrastare la povertà energetica dei comuni, in primis l'efficientamento dell'illuminazione pubblica, attingendo a risorse provenienti dal PNRR, dai fondi strutturali e dall'utilizzo del fondo Kyoto, sino ad oggi inutilizzato. Questo significa ridurre del 50% di emissioni di CO2, ma soprattutto, salvaguardare i bilanci. Importante sarebbe dotare i comuni di impianti fotovoltaici di proprietà, per consentire l'abbattimento dei costi energetici. È evidente che per andare incontro ai comuni bisogna rimodulare il Pnrr".
 

I punti
La proposta si articola in vari punti:

  • l’introduzione di una norma che preveda la possibilità di finanziare fino a 1 milione di punti luce nei comuni pugliesi per l'efficientamento e la messa in sicurezza degli impianti;
  • utilizzo del Fondo Kyoto, ad oggi in larga parte utilizzato, anche per l'illuminazione pubblica;
  • previsione per i comuni della possibilità di avvalersi di energy manager, la cui spesa dovrà essere rendicontata su risorse Pnrr o su altre fonti di finanziamento;
  • attivazione del supporto della struttura tecnica del GSE per i comuni. (Anci e comuni pugliesi incontreranno a breve il GSE, in due appuntamenti nel mese di settembre);
  • 1 milione di KWp (chilowatt picco) di Fotovoltaico, attraverso impianti da realizzare in aree industriali o artigianali dei comuni.

Le proposte sono contenute in un documento che sarà inviato al Governo tramite Anci nazionale.
Caroppo ha spiegato che "bisogna tutelare i comuni per quanto riguarda i bilanci. Prima di tutto le somme, per evitare il dissesto delle amministrazioni: il PNRR non dovrebbe essere rivisto, dovrebbe fare i conti con questa nostra richiesta. Rimodulare il Piano nazionale di ripresa e resilienza per andare incontro ai comuni non credo sia una follia".

All.: Proposte Anci Puglia contro la “Povertà energetica dei Comuni” e per combattere i rincari energia

La Posta del Sindaco




Scritto il 12/09/2022 , da La Posta del Sindaco

News

Non hai trovato le informazioni che stavi cercando?

Poni un quesito ai nostri esperti

CHI SIAMO

La posta del Sindaco è rivolto ad amministratori ed operatori degli enti locali: ricco di contenuti sempre aggiornati, il cuore del portale risiede nella possibilità di accedere, in modo semplice e veloce, ad approfondimenti, informazioni, adempimenti, modelli e risposte operative per una gestione efficiente e puntuale dell'attività amministrativa.

La Posta del Sindaco - ISSN 2704-744X

INFORMAZIONI

Ricevi via email i nuovi contenuti pubblicati nel portale