PNRR - Più tempo per i bandi per l’economia circolare

Scadenze prorogate a marzo per favorire la partecipazione del Centro-Sud

PNRR

Più tempo per ottenere i finanziamenti per l’economia circolare grazie alla proroga di un mese dei termini per la presentazione delle domande per i fondi del PNRR.
I termini, inizialmente fissati a metà febbraio, vanno ora dal 16 al 23 marzo, a seconda della linea di intervento. La proroga è stata decisa e annunciata dal Ministero per la Transizione ecologica per favorire una maggiore partecipazione delle aziende e delle Pubbliche amministrazioni del Sud ai bandi, in particolare per quelli che riguardano impianti per il trattamento e il riciclo dei rifiuti.
Tra gli avvisi interessati dal rinvio vi è, in particolare, quello denominato M2C.1.1 I 1.1 Linea d’Intervento B “Ammodernamento (anche con ampliamento di impianti esistenti) e realizzazione di nuovi impianti di trattamento/riciclo dei rifiuti urbani provenienti dalla raccolta differenziata”. Le proposte finanziate, in questo caso specifico, devono avere ad oggetto un Intervento, o un Intervento Integrato complesso, in grado di concorrere al raggiungimento degli specifici obiettivi previsti dalla Misura, attraverso lo svolgimento di attività tra cui, a titolo esemplificativo e non esaustivo (come elencato nell’avviso):

  1. installazione compostiere di comunità per il compostaggio della frazione organica a servizio di strutture ed enti pubblici, grandi complessi residenziali, grandi utenze pubbliche, plessi scolastici di grandi dimensioni, parchi pubblici o privati;
  2. realizzazione di stazioni di trasferenza e strutture logistiche per ridurre le distanze di trasporto al fine di aumentare la produttività del servizio e ridurre le emissioni;
  3. realizzazione di impianti di trattamento della frazione organica mediante miscelazione di forsu e rifiuto verde tramite compostaggio aerobico e maturazione compost;
  4. realizzazione di impianti di trattamento della frazione organica previa digestione anaerobica (a secco, umido o a processo misto), cattura del biogas e successiva estrazione del metano;
  5. realizzazione o potenziamento di impianti automatizzati e a basso contenuto lavoro manuale per la selezione e valorizzazione degli imballaggi e dei rifiuti da imballaggio, comprensivi delle frazioni similari (plastica divisa per polimero, carta da macero, vetro pronto forno, ecc.).

Per il MiTe, i bandi del PNRR, rivolti a beneficiari pubblici e privati, stanno andando bene, tanto che all’11 febbraio scorso erano 1.400 le domande presentate al dicastero, per 1.600 milioni di euro sui 2.100 disponibili (1.500 per Comuni e imprese pubbliche e 600 per le imprese private).
La maggior parte di queste domande è stata presentata da aziende del Centro-Nord mentre sono ancora poche le richieste di finanziamenti dal Mezzogiorno, dove invece le strutture per il trattamento e il riciclo dei rifiuti sono particolarmente carenti. Di qui la decisione del MiTE di prorogare di un mese i termini per la presentazione delle domande, con l'obiettivo di garantire l'obiettivo di coesione territoriale stabilito dal PNRR (60% Centro-Sud).

La Posta del Sindaco

 




Scritto il 14/02/2022 , da La Posta del Sindaco

News

Non hai trovato le informazioni che stavi cercando?

Poni un quesito ai nostri esperti

CHI SIAMO

La posta del Sindaco è rivolto ad amministratori ed operatori degli enti locali: ricco di contenuti sempre aggiornati, il cuore del portale risiede nella possibilità di accedere, in modo semplice e veloce, ad approfondimenti, informazioni, adempimenti, modelli e risposte operative per una gestione efficiente e puntuale dell'attività amministrativa.

La Posta del Sindaco - ISSN 2704-744X

INFORMAZIONI

Ricevi via email i nuovi contenuti pubblicati nel portale