Soggetto passivo IMU nel caso di coniugi in regime di separazione

Risposta dell'Avv. Lorella Martini

Quesiti

Il contribuente proprietario dell'immobile chiede un riesame in autotutela di accertamento eccependo che l'immobile sia assegnato al coniuge in regime di separazione.

Leggendo il verbale di separazione consensuale emerge che il possesso da parte della ex-moglie viene ricondotto al comodato gratuito, che i coniugi dichiarano di essere autosufficienti dal punto di vista economico e che entrambi rinunciano e reciproche pretese.

Nulla circa l’affidamento dei figli in quanto sono maggiorenni.

Nella fattispecie da una parte c'è un diritto reale minore (abitazione) che se stabilito dal giudice della volontaria giurisdizione può giustificare lo spostamento della titolarità passiva del tributo in capo al coniuge affidatario dell'immobile; dall'altro c'è un rapporto obbligatorio con effetti reali (comodato) che in sede di separazione consensuale in cui i coniugi si dichiarano autosufficienti e rinunciano a qualsivoglia reciproca pretesa sembra più riconducibile ad un contratto che ad una vera e propria "assegnazione".

Secondo voi a chi spetta la titolarità passiva del tributo?

Risposta

Nella fattispecie, dopo aver letto il verbale di separazione, si può affermare che non è stata prevista alcuna “assegnazione” della ex casa coniugale. Né tale assegnazione avrebbe potuto esserci, atteso che per il Nostro ordinamento questa è possibile solo in presenza di figli minori ovvero maggiorenni ma incolpevolmente non autosufficienti.

Senza dubbio, quindi, il rapporto tra i coniugi deve essere qualificato come comodato gratuito.

In quanto tale, ai fini IMU soggetto passivo rimane il marito quale titolare del diritto di proprietà sull’immobile, e ai fini TASI sarà sempre il comodante il soggetto passivo dell’imposta atteso che il comodatario, adibendo l’immobile ad abitazione principale, usufruisce dell’esenzione introdotta dalla Legge n. 208/2015.

7 aprile 2022                 Lorella Martini

 

Per i clienti Halley: ricorrente QI n. 864, sintomo n. 910


Scritto il 12/04/2022 , da Martini Lorella

Quesiti

Non hai trovato le informazioni che stavi cercando?

Poni un quesito ai nostri esperti

CHI SIAMO

La posta del Sindaco è rivolto ad amministratori ed operatori degli enti locali: ricco di contenuti sempre aggiornati, il cuore del portale risiede nella possibilità di accedere, in modo semplice e veloce, ad approfondimenti, informazioni, adempimenti, modelli e risposte operative per una gestione efficiente e puntuale dell'attività amministrativa.

La Posta del Sindaco - ISSN 2704-744X

INFORMAZIONI

Ricevi via email i nuovi contenuti pubblicati nel portale