Contabilizzazione mutui Cassa DD.PP

Risposta del Dott. Ennio Braccioni

Quesiti

L'ente ha contratto un mutuo CDP per il quale paga semestralmente la quota capitale e la quota interessi. L'erogazione del debito residuo (quindi dell'intero capitale) è legata alla richiesta da parte dell'ente verso CDP, pertanto si richiede di conoscere la codifica del capitolo di uscita dove "depositare" la quota capitale residua che sta pagando ma che in realtà ancora non è stata effettivamente erogata.

Risposta

Le modalità di contabilizzazione dei mutui della Cassa DD.PP. sono indicate nell’esempio n. 8 del principio contabile applicato concernente la contabilità finanziaria (Allegato n. 4/2 al D. Lgs. n. 118/2011): a seguito del perfezionamento del mutuo l’entrata viene interamente accertata e imputata nell’esercizio in cui le somme sono rese disponibili e l’ente registra, tra le spese, l’impegno ed il pagamento per tutto l’importo del mutuo. Il mandato emesso è versato in quietanza di entrata nel bilancio dell’ente, consentendo la rilevazione contabile dell’incasso derivante dal prestito. A fronte dell’impegno di cui sopra si rileva, imputandolo sempre al medesimo esercizio, l’accertamento delle somme destinate ad essere prelevate per poi essere effettivamente utilizzate.

Nella pratica dovranno essere effettuate le seguenti registrazioni contabili:

1) accertamento dell’entrata al titolo 6 (Accensione di prestiti) ed emissione della corrispondente reversale per la riscossione del mutuo;

2) impegno, relativa liquidazione ed emissione del mandato a favore del Tesoriere con imputazione al titolo 3 (Spese per incremento di attività finanziarie) per l’intero importo del mutuo, per la costituzione del deposito bancario vincolato (codice voce U.3.04.07.01.000: Versamenti a depositi bancari);

3)  accertamento, per l’intero importo del mutuo, al titolo 5 (Entrate da riduzione di attività finanziarie) delle somme destinate ad essere successivamente prelevate dal conto di deposito bancario vincolato (codice voce E.5.04.07.01.000: Prelievi da depositi bancari);

4) impegni, con imputazione agli esercizi successivi, delle spese relative all’ammortamento del prestito, sulla base del piano di ammortamento previsto nel contratto, sia per la quota interessi che per la quota capitale annualmente gravanti sul bilancio dell’Ente.

In occasione dell’effettivo utilizzo del mutuo (erogazioni da parte dell’Istituto mutuante per stati di avanzamento dei lavori, parcelle professionali, lavori in economia, ecc.) per ciascuna quota di spesa da sostenere - che andrà ovviamente contabilizzata al titolo 2 della parte uscita in quanto spesa di investimento - dovrà essere preventivamente emessa, a valere sull’accertamento di cui al precedente punto n. 3, una reversale a carico del Tesoriere per il prelevamento dell’importo corrispondente.

14 settembre 2022        Ennio Braccioni

 

Per i clienti Halley: ricorrente QR n. 4253, sintomo n. 4308


Scritto il 20/09/2022 , da Braccioni Ennio

Quesiti

Articoli correlati

Non hai trovato le informazioni che stavi cercando?

Poni un quesito ai nostri esperti

CHI SIAMO

La posta del Sindaco è rivolto ad amministratori ed operatori degli enti locali: ricco di contenuti sempre aggiornati, il cuore del portale risiede nella possibilità di accedere, in modo semplice e veloce, ad approfondimenti, informazioni, adempimenti, modelli e risposte operative per una gestione efficiente e puntuale dell'attività amministrativa.

La Posta del Sindaco - ISSN 2704-744X

INFORMAZIONI

Ricevi via email i nuovi contenuti pubblicati nel portale